In occasione del 20° di fondazione del Gruppo Volontari di Protezione Civile di  Busto Garolfo (G.V.P.C.B.G.) il giorno 28 settembre 2013 si è tenuta un’esercitazione di Anti Incendio Boschivo ed interfaccia sul territorio comunale di Busto Garolfo, Buscate e Induno con Robecchetto: sono accorsi esclusivamente i gruppi della provincia di Milano aventi specializzazione A.I.B. compresa Guardia Forestale, Vigili del Fuoco e Servizio 118 mentre il nostro Circolo fotografico  è stato chiamato all’attività di documentazione fotografica.

Il G.V.P.C. Busto Garolfo ha organizzato tutti i vari scenari ipotetici di pericolo su cui i vari enti dovevano intervenire con le specifiche abilità, dividendo gli accorsi fra squadre di intervento sul campo e squadre di coordinazione delle attività in un punto base lontano dal pericolo. Scopo dell’iniziativa era praticare e poi valutare l’apprendimento, da parte dei partecipanti, di tutte le regole proprie di un piano di  soccorso in caso di incendio boschivo nonché delle problematiche connesse come incidenti, soccorso a persone, ricerca di dispersi. Il ruolo del Circolo fotografico è stato quello di fornire a posteriori il materiale di discussione e documentazione delle attività svolte sia al campo base sia sul “fronte” di battaglia con l’accortezza di tenersi in posizione di sicurezza ed in punti di osservazione che non impedissero il reale svolgimento delle manovre di spegnimento e soccorso.

La situazione meteo era deludente in quanto il sole si nascondeva dietro un cielo grigio ma ci siamo ugualmente rimboccati le maniche per catturare l’espressione del capo squadra che impartiva gli ordini da eseguire, del volontario che interveniva attivamente nel soccorso ma non solo, lo scatto doveva descrivere appieno le scene su cui agivano questi gruppi e non è comune trovarsi a tu per tu con il fuoco che avvolge la natura o di fronte ad un ferito intrappolato tra le lamiere di un’auto e fotografare… Se l’immagine può far comprendere le emozioni, tanto più il cuore può palpitare nella vita quando queste scene sono reali e Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Forestale e Soccorso Sanitario lo sanno bene.

Noi fotografi, come tutti, avvolti dalle nuvole di fumo degli incendi ed elettrizzati dalle fiamme, eravamo in corsa sulle scene per cogliere un’immagine qui ed un particolare subito più in là, sembravamo dei grilli e quando pareva tutto chiaro che la giornata stava volgendo al termine, ci ha sorpreso il finale con l’elicottero del servizio AIB regionale giunto da Bergamo per domare un grande incendio, ricreato sul territorio di Busto Garolfo al confine con il comune di Casorezzo.   E’ su quest’ultima scena che ci siamo misurati con un’abilità fotografica particolare, la sincronizzazione dello scatto con il rilascio dell’acqua, contenuta nel cestello dell’elicottero, per spegnere le fiamme. L’intervento aereo gestito dal         Direttore delle Operazioni di Spegnimento (D.O.S.) del Corpo Forestale ha dato alla giornata un tocco tutto particolare all’iniziativa così che, lasciandoci tutti con il naso all’insù, ha fatto svanire la stanchezza di tutti quanti gli operatori intervenuti.

Qualcuno di noi e degli spettatori è tornato a casa bagnato mentre per i Volontari partecipanti tutto si è concluso con il breefing tenuto dai coordinatori degli enti aventi funzioni di controllo come  C.F.S. e Provincia di Milano, i quali hanno esposto alcune critiche ed altri elogi sullo svolgimento delle operazioni avvenute nel corso della giornata ed infine hanno salutato i presenti dandogli  appuntamento alla prossima esercitazione.

Per noi del circolo vale invece l’arrivederci al prossimo reportage e,

fra acqua & fiamme,

Buon A.I.B. a tutto il  G.V.P.C. di Busto Garolfo.